I NOSTRI APPUNTI
BACHECA

MENU’ DEL FORUM
Ultimi argomenti
LE NOSTRE RUBRICHE
SOSTIENI I COPTI

SPONSORES UFFICIALI

FORUM IN MEMORIA DI

La resistenza all’interno del Terzo Reich. Il novantesimo anniversario della nascita di Sophie Scholl

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La resistenza all’interno del Terzo Reich. Il novantesimo anniversario della nascita di Sophie Scholl

Messaggio  Sam il Sab Mag 21, 2011 12:39 pm

Di Alberto Scigliano
www.blogstoria.it



Il 9 maggio 2011 ricorre il novantesimo anniversario della nascita della patriota tedesca Sophie Scholl, esempio della resistenza non-violenta all’interno del Reich nazista. Si è deciso di commemorare la sua nascita anziché la sua morte perchè crediamo di fare giustizia – a lei in primis – rimarcandone la vita e non la tragica fine. Una vita caratterizzata dalla ricerca della libertà e della fratellanza.

L’opposizione di Sophie al regime hitleriano matura fin dalla giovane età: già a 16 anni, in seguito all’arresto del fratello Hans, comincia ad opporsi più o meno apertamente al nazismo. La sua posizione antinazista viene ampiamente stimolata all’interno dell’ambiente familiare. Il padre Robert non nasconde ai figli le critiche verso Hitler e per questo stesso motivo viene arrestato nel 1942.

La biografia di Sophie Scholl mette in luce una forma di resistenza che si radica nella sua sincera fede nel Cristianesimo e nella Provvidenza: dai Vangeli la ragazza acquisisce il modello della ferma, ma pacifica, lotta all’oppressore, il valore della dignità dell’Uomo. Secondo queste linee guida opera contro i nazisti dei quali denuncia la natura antitetica rispetto ai valori della vita. Dopo essersi diplomata inizia a lavorare presso un asilo come educatrice onde evitare il Reichsarbeitsdienst (il servizio di lavoro obbligatorio per il regime hitleriano) ma non le viene riconosciuta l’idoneità per frequentare l’Università di Monaco e quindi, nel 1941, proprio attraverso il Reichsarbeitsdienst viene inviata a Blumberg come maestra in una scuola materna. Nei sei mesi trascorsi sotto le dipendenze dirette dell’amministrazione nazista si acuisce l’insofferenza rispetto al regime ed inizia così la sua “resistenza passiva”.

Finalmente nel 1942 riesce ad iscriversi all’Università e attraverso il fratello Hans ed il suo amico Schmorrell entra in contatto con l’ambiente filosofico e antinazista. Inizia a leggere e ad amare profondamente libri e autori che i nazisti hanno messo all’indice: Schiller, Hoelderling, Lessing, Mann, Carossa, Zweig. Ma anche Dostoevskij, Tolstoj, Aristotele diventano ben presto il pane quotidiano di questo gruppo di ragazzi. Nel frattempo il fratello di Sophie, Hans, con alcuni amici fidati dà vita ed organizza la Weisse Rose, un gruppo di resistenza pacifica formato da ragazzi cristiani. Dai fondatori la cerchia si allarga anche alla giovane ed esuberante Sophie la quale, venuta a conoscenza del gruppo, supplica letteralmente il fratello di farla partecipare alle sue attività. Sophie con l’entusiasmo tipico della giovane età si adopera per la crescita e la diffusione delle idee della Weisse Rose, partecipando alle riunioni clandestine col fratello Hans e l’amico Alex Schmorrell.

La “Rosa Bianca” già a metà del 1942, attraverso un ciclostile, comincia a stampare e distribuire cautamente il primo di sei opuscoli che inneggiano alla libertà, al libero arbitrio dell’Uomo e all’uguaglianza di fronte a Dio e alla legge. Il messaggio che l’organizzazione vuole veicolare è chiaro: svegliare le sopite coscienze dei tedeschi, intorpidite dalla propaganda di Goebbels, attraverso la resistenza passiva al regime. Subito si nota la preziosa caratura dei pochi fogli distribuiti, a partire dal linguaggio ricercato con innumerevoli citazioni letterarie, bibliche e filosofiche.

La Weisse Rose si rivolge all’èlite tedesca: giornalisti, professori, giovani studenti sono i destinatari dei fogli ciclostilati, ma in realtà tende le braccia a chiunque voglia mettere in discussione la verità hitleriana. Un messaggio chiaro, da tedeschi per altri tedeschi, perchè la Weisse Rose si tiene lontana dalle forme di resistenza supportate dagli Alleati. I foglietti vengono abbandonati in luoghi strategici della città; fermate del tram, piazze, all’interno degli elenchi nelle cabine telefoniche, città e paesi dell’area di Monaco sono letteralmente invasi da “Le foglie della Rosa Bianca”, il nome che lo stesso Hans ha scelto per gli opuscoli. Il gruppo diviene sempre più stabile e con connotati precisi, Sophie conia anche un motto “uno Spirito forte, un cuore tenero” che riassume tutto ciò che è l’esperienza all’interno della Weisse Rose, in cui si incontrano in armonia religione, letteratura, filosofia e politica.

L’humanitas si mette al servizio della ricerca della verità e della libertà, gli ideali della Rosa Bianca si radicano in una tradizione secolare di letteratura e filosofia tedesche: nulla a che vedere con le pseudoscienze naziste, create ad arte per invogliare un popolo ad una inarrestabile crociata contro tutti e tutto.

L”esperienza del gruppo si esaurisce però nel febbraio del 1943 quando, mentre distribuiscono il sesto volantino all’interno dell’Università di Monaco, Hans, Sophie e un altro componente della Rosa Bianca vengono notati e subito arrestati. Inutile e superfluo soffermarsi sulla banalità e la crudeltà del “processo”: i tre giovani vengono condannati a morte tramite ghigliottina dopo appena poche ore di dibattimento, perlopiù occupate dalle arringhe del famigerato Freisler (lo stesso che si occupò del “processo” ai partecipanti all’operazione Valchiria).

Nell’aprile successivo anche gli altri membri del gruppo vengono arrestati e condannati a morte, sancendo di fatto la fine della Weisse Rose. Sophie corrispose al modello di “tenero cuore con un fortissimo spirito” del motto da lei stessa coniato: fu indomita, coraggiosa e anticonformista «in un mondo in cui i valori sembravano dispersi, in cui le religioni, la storia, la letteratura e le strutture sociali avevano perso di significato»

Sam

Età : 28
Località : Gangi
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Età contemporanea
Data d'iscrizione : 24.09.08
Numero di messaggi : 234

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum