I NOSTRI APPUNTI
BACHECA

MENU’ DEL FORUM
Ultimi argomenti
LE NOSTRE RUBRICHE
SOSTIENI I COPTI

SPONSORES UFFICIALI

FORUM IN MEMORIA DI

Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  Wodan il Gio Set 24, 2009 4:37 pm

Ciao a tutti. Scusate se ancora ho sbagliatos ezione..^ ^

Al momento, come ho già detto altrove, vorrei seguire l'iter di Storia (triennale) e Scienze Storiche (Specialistica), così da poter vedere di iniziare la carriera di Storico (specializazto in ambito medievale)....

Vedendo i piani di studi della mia università (sono di Milano) che danno decisamente poco margine d'azione, ho incominciato a chidermi quali siano le discipline a cui non devo assolutamente rinunciare.

Al di là delle materie di tipo storico (che sono sicuramente basilari), vedo che ci sono molte materi tipo Archivistica, Archivistica Speciale, Biblioteconomia, Diplomatica....

Quali sono quelle fondamentali, secondo voi, per poter lavorare al meglio nell'ambito?

Se volete questo è il piano di studi della mia facoltà:

http://www.cosp.unimi.it/offerta_didattica/2242.htm

Wodan

Età : 33
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Basso medioevo
Data d'iscrizione : 22.09.09
Numero di messaggi : 13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  marco85 il Gio Set 24, 2009 6:05 pm

Wodan ha scritto:Ciao a tutti. Scusate se ancora ho sbagliatos ezione..^ ^

Al momento, come ho già detto altrove, vorrei seguire l'iter di Storia (triennale) e Scienze Storiche (Specialistica), così da poter vedere di iniziare la carriera di Storico (specializazto in ambito medievale)....

Vedendo i piani di studi della mia università (sono di Milano) che danno decisamente poco margine d'azione, ho incominciato a chidermi quali siano le discipline a cui non devo assolutamente rinunciare.

Al di là delle materie di tipo storico (che sono sicuramente basilari), vedo che ci sono molte materi tipo Archivistica, Archivistica Speciale, Biblioteconomia, Diplomatica....

Quali sono quelle fondamentali, secondo voi, per poter lavorare al meglio nell'ambito?

Se volete questo è il piano di studi della mia facoltà:

http://www.cosp.unimi.it/offerta_didattica/2242.htm

cavolo!!avete materie bellissime che noi possiamo soltanto dimenticarci uffi!!cmq io credo che cm materie di contorno importanti ci siano storia economica, geografia, storia del cristianesimo(o delle religioni), storia delle istituzioni politiche...

marco85
Admin

Età : 31
Località : palermo
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Età contemporanea
Data d'iscrizione : 05.03.08
Numero di messaggi : 3220

Vedere il profilo dell'utente http://www.facebook.com/home.php?#/profile.php?id=1610770084&ref

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  Wodan il Gio Set 24, 2009 6:50 pm

Sì è vero, sembra buona e le materie presenti sono interessanti. Purtroppo, però, molte delle materie sono riciclate dalla triennale di Storia.... Neutral

La vostra sembra effettivamente più esile come materie proposte.....ma avete un grosso vantaggio che, ad esempio, presso la mia università non c'è. ^ ^
Potete scegliere un certo numero di materie secondo il vosto gusto.
Nella mia università hanno avuto la bella idea che lo studente di una facoltà non può fuoriuscire assolutamente dalle materie presentate nel suo piano di studi.

Se, ad esempio, io volessi studiare Archeologia Medievale, non potrei mai. In quanto non è presnete nella lista delle materie collegate a Scienze Storiche. L'unica è studiarmela per i fatti miei.. ^ ^

Wodan

Età : 33
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Basso medioevo
Data d'iscrizione : 22.09.09
Numero di messaggi : 13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  Achille il Gio Set 24, 2009 7:14 pm

Wodan ha scritto:Sì è vero, sembra buona e le materie presenti sono interessanti. Purtroppo, però, molte delle materie sono riciclate dalla triennale di Storia.... Neutral

La vostra sembra effettivamente più esile come materie proposte.....ma avete un grosso vantaggio che, ad esempio, presso la mia università non c'è. ^ ^
Potete scegliere un certo numero di materie secondo il vosto gusto.
Nella mia università hanno avuto la bella idea che lo studente di una facoltà non può fuoriuscire assolutamente dalle materie presentate nel suo piano di studi.

Se, ad esempio, io volessi studiare Archeologia Medievale, non potrei mai. In quanto non è presnete nella lista delle materie collegate a Scienze Storiche. L'unica è studiarmela per i fatti miei.. ^ ^

QUEL TARDO ANTICO ROMANO DA VOI ME GARBA PROPRIO, CERTO NOI ABBIAMO ARCHEOLOGIA MEDIEVALE...FACCIAMO UN CAMBIO Very Happy ?

_________________
FRANCESCO VOZZA,

RAPPRESENTANTE degli studenti di Lettere al consiglio di facoltà

RAPPRESENTANTE degli studenti di Storia e Geografia al consiglio di coordinamento

FONDATORE di Historicamente


PER INFO: 3271254343 - E-MAIL: historicamente@live.it

Aggiungimi su FACEBOOK: http://www.facebook.com/Achilleide?ref=profile

Achille
Admin

Età : 32
Località : Palermo
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Tardo antico, Alto medioevo
Data d'iscrizione : 26.02.08
Numero di messaggi : 1413

Vedere il profilo dell'utente http://www.historicamente.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  Wodan il Ven Set 25, 2009 8:16 am

Achille ha scritto:

QUEL TARDO ANTICO ROMANO DA VOI ME GARBA PROPRIO, CERTO NOI ABBIAMO ARCHEOLOGIA MEDIEVALE...FACCIAMO UN CAMBIO Very Happy ?

Hehe...lo farei. La mia università sembra sia specializzata in ambito preistorico-antico. Peccato che a me interessi il medioevo... Laughing

Wodan

Età : 33
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Basso medioevo
Data d'iscrizione : 22.09.09
Numero di messaggi : 13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  Achille il Ven Set 25, 2009 8:49 am

Wodan ha scritto:
Achille ha scritto:

QUEL TARDO ANTICO ROMANO DA VOI ME GARBA PROPRIO, CERTO NOI ABBIAMO ARCHEOLOGIA MEDIEVALE...FACCIAMO UN CAMBIO Very Happy ?

Hehe...lo farei. La mia università sembra sia specializzata in ambito preistorico-antico. Peccato che a me interessi il medioevo... Laughing

a me non dispiace neanche il medioevo, sono un culture del tardo antico e dell'alto medioevo, un'età di passaggio

_________________
FRANCESCO VOZZA,

RAPPRESENTANTE degli studenti di Lettere al consiglio di facoltà

RAPPRESENTANTE degli studenti di Storia e Geografia al consiglio di coordinamento

FONDATORE di Historicamente


PER INFO: 3271254343 - E-MAIL: historicamente@live.it

Aggiungimi su FACEBOOK: http://www.facebook.com/Achilleide?ref=profile

Achille
Admin

Età : 32
Località : Palermo
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Tardo antico, Alto medioevo
Data d'iscrizione : 26.02.08
Numero di messaggi : 1413

Vedere il profilo dell'utente http://www.historicamente.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  Wodan il Ven Set 25, 2009 9:13 am

Io amo tutto il medioevo....
Come periodo in sè, però, sono maggiormente legato ai secoli dal 1000 in poi.
Ma, allo stesso tempo, sono influenzato nella scelta dei periodi anche dalle culture. Amo i vichinghi (quindi alto medioevo) e i celti (quindi dal 500 a.C fino a tutto il medioevo, almeno almeno...anche se si tratta di celtismo cristiano).

Wodan

Età : 33
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Basso medioevo
Data d'iscrizione : 22.09.09
Numero di messaggi : 13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  Achille il Ven Set 25, 2009 10:04 am

Wodan ha scritto:Io amo tutto il medioevo....
Come periodo in sè, però, sono maggiormente legato ai secoli dal 1000 in poi.
Ma, allo stesso tempo, sono influenzato nella scelta dei periodi anche dalle culture. Amo i vichinghi (quindi alto medioevo) e i celti (quindi dal 500 a.C fino a tutto il medioevo, almeno almeno...anche se si tratta di celtismo cristiano).

La cultura celtica cristianizzata è fantastica, basti dire che ha dato origine alla leggenda di re artù

_________________
FRANCESCO VOZZA,

RAPPRESENTANTE degli studenti di Lettere al consiglio di facoltà

RAPPRESENTANTE degli studenti di Storia e Geografia al consiglio di coordinamento

FONDATORE di Historicamente


PER INFO: 3271254343 - E-MAIL: historicamente@live.it

Aggiungimi su FACEBOOK: http://www.facebook.com/Achilleide?ref=profile

Achille
Admin

Età : 32
Località : Palermo
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Tardo antico, Alto medioevo
Data d'iscrizione : 26.02.08
Numero di messaggi : 1413

Vedere il profilo dell'utente http://www.historicamente.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  Wodan il Ven Set 25, 2009 10:14 am

Achille ha scritto:
La cultura celtica cristianizzata è fantastica, basti dire che ha dato origine alla leggenda di re artù

Vero. ^^
Ma m'ispirano di più le sfumature socio-culturali irlandesi e scozzesi. Il modo particolare in cui si sono sviluppati, mantenendo un più stretto contatto con le loro radici pagane e con il mondo naturale. In particolare l'Irlanda, con tutte le sue leggende.... ^ ^

Al di là, però, di celti e vichinghi, ho una grande passione per le culture nordiche le quali hanno plasmato il nosto mondo, per quanto ho studiato fin ora, più di quanti molti si ricordino. Tutti pensano troppo a Romani e Greci e si dimenticano della fondamentale influenza nordica.. ^ ^

Wodan

Età : 33
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Basso medioevo
Data d'iscrizione : 22.09.09
Numero di messaggi : 13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  Faun il Ven Set 25, 2009 8:39 pm

Wodan ha scritto:Ciao a tutti. Scusate se ancora ho sbagliatos ezione..^ ^

Al momento, come ho già detto altrove, vorrei seguire l'iter di Storia (triennale) e Scienze Storiche (Specialistica), così da poter vedere di iniziare la carriera di Storico (specializazto in ambito medievale)....

Vedendo i piani di studi della mia università (sono di Milano) che danno decisamente poco margine d'azione, ho incominciato a chidermi quali siano le discipline a cui non devo assolutamente rinunciare.

Al di là delle materie di tipo storico (che sono sicuramente basilari), vedo che ci sono molte materi tipo Archivistica, Archivistica Speciale, Biblioteconomia, Diplomatica....

Quali sono quelle fondamentali, secondo voi, per poter lavorare al meglio nell'ambito?

Se volete questo è il piano di studi della mia facoltà:

http://www.cosp.unimi.it/offerta_didattica/2242.htm

ti comunico che ho gli occhi che brillano dalla felicità nel vedere che abbiamo le stesse passioni, nonchè la stessa idea del percorso di studi.
Perciò : Fáilte Historicamente!
Non sono ancora laureata(sono solo al primo anno) ma credo di poterti consigliare un paio di materie che, secondo ma mia modesta opinione, sono fondamentali per la specializzazione che vuoi prendere tu, ad esempio filologia celtica, filologia galloromanza essenziali per l'approfondimento della storia e della cultura gaelica. stesso discorso vale per archeologia celtica, ma questa la fanno a Roma XD.
Credo che siano altrettanto importante per uno storico che ha intenzione di orientare i suoi studi e lavoro verso un ambito un po' più filologico(dimmi se ho interpretato male le tue intenizioni) le lingue, necessariamente dovrai intendere rapporti o lavorare all'estero se vuoi specializzarti Anglistica o Germanistica, in questo caso inglese o tedesco e se scegli Anglistica io darei un'occhiata anche al gaelico irlandese o al gaelico scozzese.

Faun

Età : 27
Località : Palermo
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Tardo antico, Alto medioevo
Data d'iscrizione : 30.09.08
Numero di messaggi : 246

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  Wodan il Sab Set 26, 2009 9:37 am

Faun ha scritto:
ti comunico che ho gli occhi che brillano dalla felicità nel vedere che abbiamo le stesse passioni, nonchè la stessa idea del percorso di studi.
Perciò : Fáilte Historicamente!
Non sono ancora laureata(sono solo al primo anno) ma credo di poterti consigliare un paio di materie che, secondo ma mia modesta opinione, sono fondamentali per la specializzazione che vuoi prendere tu, ad esempio filologia celtica, filologia galloromanza essenziali per l'approfondimento della storia e della cultura gaelica. stesso discorso vale per archeologia celtica, ma questa la fanno a Roma XD.
Credo che siano altrettanto importante per uno storico che ha intenzione di orientare i suoi studi e lavoro verso un ambito un po' più filologico(dimmi se ho interpretato male le tue intenizioni) le lingue, necessariamente dovrai intendere rapporti o lavorare all'estero se vuoi specializzarti Anglistica o Germanistica, in questo caso inglese o tedesco e se scegli Anglistica io darei un'occhiata anche al gaelico irlandese o al gaelico scozzese.

Ciao. ^^
Ti ringrazio della risposta e del benvenuto.

Mi fa piacere sapere che ci sono altri studenti che amano le culture e i periodi che piacciono a me. Smile

Ti ringrazio dei consigli.
Però non credo che seguirò prettamente una strada filologica. Nel senso, non che mi dispiacerebbe a livello teorico....
Ma ho dei forti limiti per 2 motivi:
1) non è assolutamente previsto per il mio corso di studi. Come avevo già detto, il più grosso difetto della mia università è che non ti permette di fuoriuscire dal programma presentao. posso solo selezionare le materie elencate per la mia facoltà. Qualunque altra materia è esclusa. Sia nella facoltà di Storia (triennale) che in quella di Scienze Storiche (Magistrale) non esistono materie filologiche...figurati filologia celtica... Crying or Very sad

2) non sono mai stato portato per le lingue. Ho una buona base per le maggiori lingue europee (inglese, tedesco e francese...mi manca solo lo spagnolo), ma non sarò mai in grado di saperle in modo perfetto. La mia memoria è decisamente visiva..non sono bravo a memorizzare dati specifici, come casi particolari, verbi irregolari, declinazioni (o date e nomi...cosa che mi creerà non poca fatica nello studio della storia.. ^ ^). un mio vantaggio, invece, è sicuramente nella comprensione...ho un buon orecchio e capisco bene le lingue, se mi abituo un po'.
Ma la filologia è un passo ulteriore....se non ho capito male...studiare la struttura interna del linguaggio, scoprirne le origini, il funzionamento, il modo in cui si è sviluppato, ecc...

Per quanto sia una materia che teoricamente vorrei fare mia, credo che avrei grosse difficoltà. Ho, in passato, studiato la disciplina Linguistica e l'ho trovata fuori dalle mie corde...quindi non credo che il mio futuro sia quello di essere uno storico esperto in questioni filologiche...
Anche se credo che servirebbe decisamente molto.
Quello che posso fare, in sostanza, è vedere di provare a farmi una conoscenza da solo, fin dove riesco a capire e ad apprendere.

Questo sicuramente potrà essere un forte limite per la mia carriera. Vedrò di spingermi più in là possibile.
Certamente esistono fior di filologi e linguisti a cui fare riferimento nel mondo professionale o studentesco, quindi uno storico potrebbe non avere bisogno necessariamente di conoscere le lingue. Ma credo sicuramente che una base sia fondamentale per potersi orientare bene nel mondo che si vuole studiare.

Wodan

Età : 33
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Basso medioevo
Data d'iscrizione : 22.09.09
Numero di messaggi : 13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  Faun il Sab Set 26, 2009 9:50 am

ho capito cosa intendi. Le lingue è vero che non sono necessariamente importanti per uno storico, ma ti consigliavo appunto le materie filologiche, anche solo collaterali al tuo progetto, perchè uno storico a parer mio, soprattutto se deve destreggiarsi nella cultura celtica, deve necessariamente essere un gran conoscitore dei testi letterari(i cicli dell'Ulster, Ossianico etc..). Conoscenza che puoi apprendere sicuramente in maniera autonoma, ma ciò non ti facilita nell'ambito lavorativo secondo me.
Ovviamente dipende tutto da ciò che vuoi fare in futuro, io parlo un po' in generale e per ipotesi.

Faun

Età : 27
Località : Palermo
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Tardo antico, Alto medioevo
Data d'iscrizione : 30.09.08
Numero di messaggi : 246

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  Wodan il Sab Set 26, 2009 10:34 am

Sì, infatti concordo....

Anche se molte delle opere di riferimento delle varie culture hanno ormai delle buone versioni/spiegazioni tradotte (non c'è obbligo di studiare il documento originale per conoscere il ciclo ossianico o i cicli dell'Ulster, per esempio), sono d'accordo sul fatto che per uno storico è buona cosa avere la possibilità di poter esaminare di persona direttamente il documento originale.

Avere la possibilità di rifarsi al documento originale evita distorsioni di sorta.
Quindi trovo sicuramente giusta la tua affermazione che la filologia delle lingue delle aree ad'interesse, siano importanti.
Se non per conoscere il contenuto del documento in sè (come ho già detto, ora è possibile farlo anche in altri modi) sicuramente per studiarlo nei minimi dettagli.

Dovrò vedere cosa sarò in grado di fare. Purtroppo non è un aspetto verso cui sono portato.
Diciamo che sono più portato per l'aspetto antropoligico-storico della ricerca. Mi piace studiare le mentalità, gli usi, i costumi, gli avvenimenti, la realtà quotidiana e così via.

Ovviamente, per arrivarci dovrò prima ottenere gli strumenti per esaminare ciò che serve per studiarli.. ^ ^

Comunque, se non sbaglio, le fonti di uno storico possono essere le più varie ed eventuali. Correggetimi se non dico giusto.
Potrei fare riferimento a testi di altri storici, a ricerche archeologiche, allo studio del folklore locale e così via.
Non che con questo intenda dire che lo studio del documento originale in lingua sia da evitare. Anzi, non vorrei proprio evitarlo.. ^ ^
Ma lo studio dello storico non si basa solo su questo, giusto? Si può basare su numerose fonti differenti...

Wodan

Età : 33
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Basso medioevo
Data d'iscrizione : 22.09.09
Numero di messaggi : 13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  Faun il Sab Set 26, 2009 11:15 am

Wodan ha scritto:
Comunque, se non sbaglio, le fonti di uno storico possono essere le più varie ed eventuali. Correggetimi se non dico giusto.
Potrei fare riferimento a testi di altri storici, a ricerche archeologiche, allo studio del folklore locale e così via.
Non che con questo intenda dire che lo studio del documento originale in lingua sia da evitare. Anzi, non vorrei proprio evitarlo.. ^ ^
Ma lo studio dello storico non si basa solo su questo, giusto? Si può basare su numerose fonti differenti...

ovviamente si basa anche su vari strumenti, il mio discorso non eliminava certamente testi in lingua italiana che trattano di folklore celtico, o di storia vera e propria.
Ma in Italia gli ambiti di ricerca in storia/cultura/lingua celtica o germanistica hanno essenzialmente uno scopo comparativo, non sono come storia greca o storia romana che sono materie ben definite, appunto perchè le fonti storiche e letterarie dei celti e germani sono nettamente inferiori e poco valutate in italia. Credo che una specializzazione in quel campo possa dare più sbocchi occupazionali all'estero che non in Italia, o magari intendere rapporti di ricerca tra l'Italia e il paese gemellato.

Faun

Età : 27
Località : Palermo
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Tardo antico, Alto medioevo
Data d'iscrizione : 30.09.08
Numero di messaggi : 246

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  Wodan il Sab Set 26, 2009 12:01 pm

Faun ha scritto:
ovviamente si basa anche su vari strumenti, il mio discorso non eliminava certamente testi in lingua italiana che trattano di folklore celtico, o di storia vera e propria.
Ma in Italia gli ambiti di ricerca in storia/cultura/lingua celtica o germanistica hanno essenzialmente uno scopo comparativo, non sono come storia greca o storia romana che sono materie ben definite, appunto perchè le fonti storiche e letterarie dei celti e germani sono nettamente inferiori e poco valutate in italia. Credo che una specializzazione in quel campo possa dare più sbocchi occupazionali all'estero che non in Italia, o magari intendere rapporti di ricerca tra l'Italia e il paese gemellato.

Difatti, una cosa che sto attentamente valutando e valuterò ancora in futuro è quella di andare a lavorare all'estero. In parte sono avvantaggiato dal fatto che sono mezzo tedesco..un po' il mondo europeo lo conosco.
Lo svantaggio mio è che sono un abitudinario che non ha mai provato il rischio di vivre da solo in una paese completamente diverso, trovandosi in mezzo ad un mondo totalmente estraneo e senza punti di riferimento o appoggio.
Ma l'idea di cambiare paese m'ispira....perchè l'italia per lo studio della storia paradossalmente è provinciale (nonostante siamo uno dei paesi che più vive sulla storia), perchè amo la mentalità nord europea, perchè amo i paesaggi del nord europa, perchè all'estero ci sono più probabilità di lavorare (non solo nell'ambito storico) ed essere premiati per ciò che si fa...

Ciò che devo fare in questi anni è stimolarmi a osare e a prendere confidenza con la possibilità di cambiare completamente la mia vita da un giorno all'altro. Se non si osa, non si va da nessuna parte.. ^ ^

Ma, tornando allo studio di culture celtiche e germaniche, c'è da dire che una delle basi fondamentali per il loro studio è l'archeologia con le sue scoperte.
Proprio perchè hanno poche fonti scritte.

Purtroppo è un peccato che non esiste la possibilità di mediare la profesisone dell'archeologo con quella dello storico, perchè la mia vera professione sarebbe a metà strada..al di là delle immagini surreali dei film alla Indiana Jones.. ^^
Ma il bello dell'essere storico credo sia il fatto che si può prendere spunto da fonti di vario tipo. Leggere i rapporti di un archeologo in merito alle sue scoperte sulla vita quotidiana dei celti, può essere fondamentale quanto leggere i testi originali del ciclo dell'Ulster.

Più che altro credo che ad uno storico, in generale, serva molto vedere di toccare con mano il più possibile la materia che tratta. quindi viaggiare, visitare musei in cui sono tenuti reperti utili alla sua ricerca, studiare i documenti originali, essere partecipe in prima persona (come spettatore, ovviamente..in quanto non ha la laurea in archeologia) alle ricerche di tipo archeologico sulla materia e assaporare il più possibile i contesti che hanno influenzato le mentalità e la vita delle culture in esame.
Più uno storico si fa coinvolgere da ciò che studia, meglio lo potrà studiare.

Wodan

Età : 33
Indirizzo di studi : Storia
Campo di ricerca : Basso medioevo
Data d'iscrizione : 22.09.09
Numero di messaggi : 13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le materie a cui uno storico non può rinunciare

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 8:00 pm


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum